Studio Legale
Avvocato Giovanni Franchi

Borgo Giacomo Tommasini, 20
43100 - Parma

Tel: 0521 235024 / 228238
Fax: 0521 223116

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DANNI DA TRASFUSIONE DI SANGUE INFETTO E MALASANITA’

Il danno da trasfusione da sangue infetto può andare ben oltre al già drammatico contrarre infezioni croniche, come è l’epatite C. Le conseguenze, oltre che recare notevole pregiudizio a salute e aspettativa di vita, possono indurre psicosi gravemente destabilizzanti. Faccio l’esempio di uno dei casi di cui mi sono occupato. A seguito di un intervento di duodeno –cefalo – pancratectonomia, la mia cliente, sottoposta a diverse trasfusioni di sangue, contrae l’epatite cronica C che le provoca una grave psicosi maniacale, caratterizzata da episodi di ansia acuta, determinata dal pensiero di un’evoluzione della malattia contratta, ansia che trova sfogo in comportamenti autolesionistici come quello di "torturarsi" la cute fino all’asportazione del derma . Problema “superato” con l'assunzione di massicce dosi di calmanti, con ulteriori gravissime ripercussioni sul suo stato di salute.

Come si è già espresso il Tribunale di Parma con sentenza n. 554/13 in casi come questo - per effetto degli art. 6, comma 1, della l. 23 dicembre 1994 n. 724 e 2, comma 14, della l. 28 dicembre 1995 n. 549- la responsabilità è imputabile sia al Ministero della Salute sia alla Regione.

I danni richiedibili riguardano gli effetti che la trasfusione di sangue infetto ha avuto sulla salute e sull’integrità psichica della persona che l’ha subita e sono determinabili in termini equitativi.

Un vostro caro o voi stessi siete vittime delle conseguenze di una trasfusione di sangue infetto o di altri episodi di malasanità?Prendete un appuntamento con lo Studio di Parma o con uno dei nostri Studi associati e se avete necessità di informazioni urgenti scrivetemi, in termini che tutelino la vostra privacy, tramite il mio blog, in home page.

Back to top
Quanto pubblicato su questo sito è puramente informativo delle attività dello Studio Legale, della sua organizzazione e degli avvocati e collaboratori che lo compongono, ai sensi e nel rispetto degli articoli 17 e 17 bis del Codice Deontologico Forense.